Youmore » Senza categoria

Category Archives: progetti

categoria riservata ai progetti generici

Training course in Turchia

Senza categoria

Lavori a contatto con i giovani? Vorresti imparare nuovi metodi per coinvolgerli nelle tue attività? Ti interesserebbe scoprire metodi e strumenti per la risoluzione dei conflitti? Allora questo corso di formazione è quello che fa per te!

Continue reading
Published by:

Inizia la tua estate con Youmore

Senza categoria

Inizia la tua estate con uno scambio giovanile, parti con Youmore!

Questo progetto si terrà a Granada, in Spagna, dal 16 al 25 giugno e tratterà, tra i vari temi, il gioco attraverso diverse sfumature. Scopri di più nell’infopack e candidati entro il 25 aprile!

Quale miglior modo per dare il via alla tua estate se non partecipando ad un’esperienza indimenticabile targata Erasmus plus, cosa aspetti?

Continue reading
Published by:

2022 inizia con nuovi viaggi

Senza categoria

Scambio Giovanile – Emotion Sense

Date di scambio: 16-23 Aprile 2022
Luogo: Palūšė/Meironys (Parco Nazionale Aukštaitija), Lituania
Paesi partecipanti: Lituania (ospitante), Italia, Romania, Polonia, Turchia.
Partecipanti per paese: 7 (età 18-30)

Infopack https://docs.google.com/document/d/1DplGTwhdzPfDQJTl7Qzwx09ZqnI2ws8tI1gOPUQhNJs/edit

Iscrizione aperte entro 28/02/2022 –http://www.youmore.org/registrazione/

Training Course MOVE ON 

Date di scambio: 3-9 Maggio 2022
Luogo: Tarragona, Spagna
Paesi partecipanti: Greece, Portugal, Poland, Lithuania, Hungary, Romania, Belgium, Slovakia, Italy, United Kingdom, Bulgaria, Spain
Partecipanti per paese: 2 (età 18-30)

Iscrizione aperte entro 28/02/2022

Iscriversi compilando entrambi i link:

1- https://docs.google.com/forms/d/1ZEP3refRpBRnTjirNUQdcEdDUoHxy-NhmRBSzc56h9Q/edit

2- /http://www.youmore.org/registrazione/

Published by:

Adventure degli italiani in Macedonia del Nord

Senza categoria

Solitamente, le persone tendono a partire con determinate aspettative. Tuttavia, quando sono partito da Milano in direzione Skopje quasi non ne avevo.

Mi avevano chiamato due settimane prima, a causa di un problema qualcuno non poteva partire, ed allora ho deciso di partire.

Non sapevo cosa aspettarmi da un progetto chiamato AdVenture, da svolgersi per una settimana in una cittadina macedone ai confini con l’Albania.

Non ero mai stato nemmeno in Macedonia, ma nella cartolina il paesaggio montano immerso nella natura ispirava. E quindi, siamo partiti, di notte, da Malpensa, ed il giorno dopo siamo in un piccolo camping a Struga.

Ci accolgono delle persone gentili, dei piatti di cibo già in tavola, e scopriamo che andremo a dormire in casette di legno, molto pittoresche, sparse nel grande giardino del camping.

Arrivando mentre tutti erano a tavola, scopriamo e conosciamo facilmente gli altri membri del progetto: un gruppo (ovviamente) locale, composto da persone di Struga. Un altro greco, un altro proveniente dalla Romania ed infine, per non farci mancare nulla, un altro gruppo dalla Lituania. E poi, infine, siamo ovviamente noi a chiudere la coda, italiani, quasi tutti tra Bergamo e Brescia.

Iniziamo a conoscerci, mentre gli organizzatori finiscono l’accoglienza ed iniziano a spiegarci il programma settimanale.

E qui inizia proprio il problema, il dilemma, se così si può dire. In quella settimana, abbiamo fatto talmente tante cose, che per me riassumerle è estremamente complicato. E ora il mio lavoro è quello di spiegarle a voi.

Il che è un problema, in quanto ho solo 4000 caratteri a disposizione, ma vorrei scrivere un libro a riguardo.

Ho deciso quindi di non proseguire il racconto in maniera lineare (e noiosa), ma farvi assaporare alcuni flashback, alcuni momenti presi dall’arco della settimana, per potervi spiegare cosa sia davvero successo.

Abbiamo fatto un hiking notturno, durato 4 ore sulle montagne macedoni, arrivati tutti e trenta sulla montagna in riva al lago di Ocrida, riuscendo a scorgere le luci dei villaggi albanesi nell’opposta riva del Lago.

Ho fatto kayak insieme ad un rumeno e due italiane, cosa che non facevo da 10 anni.

Abbiamo passato un intero pomeriggio ad imparare a fare nodi e a fare un fuoco spontaneo, abbiamo preso dei rami vicini affilandoli, ed abbiamo fatto un self-made barbeque sul fuoco rovente in mezzo alla natura, cuocendo la carne con quei pezzi di rami affilati.

Abbiamo visitato la bellissima città di Ocrida, seconda città macedone, dove una chiesa ed una moschea sorgono in pace a 50 metri l’una dall’altra. Abbiamo anche visitato Skopje, dove tutto è stato eccezionale ed il sottoscritto, appassionato di storia antica, ha speso ore semplicemente guardando le statue (con somma ammirazione iniziale presto tramutatasi in disperazione delle altre ragazze italiane presenti, che erano molto più affascinate dal bazaar locale).

Ma non solo, abbiamo anche condiviso esperienze con tutto quel gruppo, e su consiglio degli organizzatori del progetto abbiamo portato avanti attività in favore dell’ambiente; Il tutto è culminato in una gara a chi riuscisse a raccogliere più spazzatura dalla vicina spiaggia: siamo onesti, vedere un bel lago con le spiagge piene di bottiglie è stato un ancora più forte incentivo ad organizzare eventi concreti per la salvaguardia della natura vicina. Abbiamo anche parlato di iniziative concrete per migliorare l’ambiente nel nostro piccolo.

Voglio concludere con due momenti: il primo, la notte probabilmente più bella è stata la serata interculturale che abbiamo imbastito.

Sì, volevo rassicurarvi, la pasta al pesto, i formaggi che abbiamo portato e le piadine alla nutella sono piaciute a tutti.

Al contrario, ballare musica greca, mangiare formaggi lituani e rumeni è stata veramente una bella esperienza, che ci ha tenuti in piedi fino alle 4 di mattina, mentre nessuno avrebbe voluto terminare la serata di propria spontanea volontà.

Il secondo, che adesso lavoro in Lituania. Che sembra una cosa sconnessa, ma se non avessi partecipato a questo progetto a fine settembre e non avessi conosciuto dei lituani, sicuramente non avrei mai mandato un curriculum appena tornato dal viaggio proprio per Vilnius, dove ora lavoro.

Non è solo stata una bellissima settimana, è anche stata una settimana che, in un modo o nell’altro, ha avuto un’esperienza decisiva sulla mia vita futura. E chi l’avrebbe mai pensato di trovare tutto ciò in uno scambio giovanile a Struga, in Macedonia del Nord.

Autore Nicola Donelli

Published by:

L’incontro di differenti culture, lingue e tradizioni in Portogallo

Senza categoria

Stefano, Irene, Simone,Greta e Alessandro alla scoperta di Eco Opportunities!

Venticinque ragazzi, otto giorni, cinque diverse nazioni europee e tante idee e opportunità sostenibili da condividere e scoprire: sono questi gli ingredienti del progetto Erasmus + Youth Exchange che si è tenuto dal 6 al 13 settembre a Covilha, in Portogallo. L’Italia vi ha partecipato, insieme a Spagna, Romania, Repubblica Ceca e Portogallo, con cinque ragazzi inviati dall’associazione Youmore Morcelli Giovani che da tempo a Brescia si occupa di promuovere il tempo libero, la formazione e l’istruzione dei giovani.

Tra questi, Stefano è partito perché aveva voglia di Europa, Simone invece per scoprire il mondo degli scambi europei. È stata, infatti, la prima esperienza anche per Irene: è partita perché voleva provare qualcosa di nuovo, conoscere coetanei che vivono in altri luoghi e vederne anche le differenze, avendo sempre il sostegno di ragazz* della propria nazione. Alessandro è partito perché ama viaggiare e scoprire il mondo: poterlo fare spendendo poco e con la possibilità di conoscere tante persone di altri paesi gli sembrava senz’alto un’occasione da non perdere! Il tema del progetto ha poi convinto Greta, che ha unito l’interesse per la sostenibilità al desiderio di mettersi in gioco per la prima volta in esperienze di questo genere.

Lo scambio, dal titolo Eco Opportunities, aveva tra i suoi principali obiettivi quello di aumentare la consapevolezza tra i partecipanti circa l’importanza della connessione tra uomo e natura, in particolare fornendo strumenti per promuovere l’imprenditorialità in ambiti come il turismo sostenibile e l’economia circolare. Il progetto è stato infatti organizzato dall’associazione portoghese Pinus Verde. Essa nasce nel 1998 con un forte legame con il territorio dell’interno di Pinhal e da allora è essenzialmente uno strumento al servizio di una comunità e di un territorio che si pone come obiettivi trasversali il miglioramento della qualità della vita delle comunità rurali, nonché la promozione dei molteplici usi del bosco e la salvaguardia del patrimonio ambientale. Durante la settimana erano infatti previsti diversi momenti per lavorare insieme verso questi traguardi: vi sono stati momenti per riflettere sui propri concetti di sostenibilità, di turismo responsabile, di economia circolare, momenti per lavorare in gruppo e creare dei video che potessero comunicare quegli stessi concetti, ma anche quiz e coinvolgenti giochi di squadra per mettere alla prova le conoscenze del gruppo rispetto a tali temi, oltre che per accrescerle. Il tema è stato poi sviluppato anche nelle visite sul territorio: grazie a Pinus Verde i partecipanti sono potuti entrare nella Casa del miele, punto di ritrovo per gli apicoltori della zona, visitare gli alveari, Janeiro De Cima, uno dei ventisei villaggi del progetto “Aldeias do Xisto”, un progetto di sviluppo sociale che ha il turismo come strumento chiave. La scoperta della regione interna del Portogallo è proseguita con diverse escursioni nel Parco Naturale Serra da Estrela, fino a raggiungere il punto più elevato del paese.

Il cuore di questi scambi è però dato anche dall’incontro di differenti culture, lingue e tradizioni provenienti da tutta Europa. A fine giornata ci si dedicava perciò alle intercultural nights: ogni gruppo presentava la propria nazione mostrando foto, video oppure proponendo quiz o insegnando balli tradizionali. La serata proseguiva assaggiando i prodotti tipici. Questi, così come altri momenti liberi durante la settimana, hanno l’obbiettivo di far conoscere ai giovani europei la loro Unione, di metterli alla prova in un contesto multiculturale che raramente sarebbe possibile respirare nelle vite quotidiane di ciascuno.

Si torna a casa, quindi, con un bagaglio di soft skills davvero ricco: si allenano competenze sociali, civiche, creative, linguistiche, le stesse che attesta lo Youthpass, il certificato che viene rilasciato al termine dello scambio. Nel bagaglio di ciascuno rimangono però anche sorrisi, nuovi legami e la voglia di ripartire.

Published by:

Progetti in partenza Settembre/ Ottobre 2021

SCAMBIO GIOVANILI

1- FIND YOUR INNER PEACE- SCAMBIO GIOVANILE in GEORGIA

Cartolina georgia

Per maggiori informazioni sul progetto: The Infopack

Iscriversi qui! entro 25 Agosto 2021

 

 

2- ADVENTURE – SCAMBIO GIOVANILE IN MACEDONIA DEL NORD

 

Cartolina Macedonia

 

 

Per maggiori informazioni sul progetto: Infopack-North-Macedonia-Final

Iscriversi qui! Entro 28 agosto 2021

 

3- EUROPE IS MY HOME 2.0 – SCAMBIO GIOVANILE IN SPAGNA

cartolina spagna

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni sul progetto: Infopack Europe is my home 2.0 

Iscriversi qui: Entro 5 Settembre 2021

 

4- ENJOYMENT ON DAILY BASIS – SCAMBIO GIOVANILE IN CIPRO

Scambio in Cirpo

Per maggiori informazioni sul progetto: The InfoPack – Enjoyment on Daily Basis

Iscriversi qui: Entro 15 Settembre 2021

 

 

Progetti di volontariato con Corpo Europeo di Solidarietà 

Volontariato Lituania

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni sul progetto: The Infopack

Iscriversi qui: Entro 30 Agosto 2021

Copy of .

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni sul progetto: 

INFOPACK  Fundación Paideia: Progetto di 12 mesi a partire da settembre 2021. Cerchiamo una persona che collabori nel dipartimento di Gioventù e Mobilità.

INFOPACK –  FUNDACIÓN ADCOR Progetto di 9 mesi a partire da settembre 2021 coordinato dalla Fundación Paideia.  Cerchiamo una persona per realizzare varie attività con persone con disabilità.

Iscriversi qui: Entro 15 Settembre 2021

Published by:

Urgente- Scambio Giovanile in Portogallo

Il progetto Eco Opportunities è finanziato dal programma Erasmus Plus.

Il progetto prevede unire 5 giovani provenienti dalla Spagna, Italia, Rep Ceca, Romania in Portogallo per trascorrere una settimana di scambio giovanile con la tematica di natura, ambiente, eco-turismo, promozione dell’economia circolare.

Cerchiamo 5 partecipanti maggiorenni residenti in Italia!

Iscrizione aperte entro domenica 29 agosto 2021!

Iscriversi qui

Per maggiori info consultare l’infopack.

Published by:

Un mese di volontariato in Bulgaria e in Grecia

Senza categoria

Youmore Morcelli Giovani presenta due progetti di volontariato di un mese

esc in bulgariaProgetto TEAM “Time for Engagement, Action, and Mentorship

📌 Profilo dei partecipanti: 18-30 anni
✅ Spese di viaggio coperte ad un massimo di 275€
✅ Tutor, vitto, alloggio e Pocket money garantito dal progetto
🏡 Dove: Blagoevgrad, Bulgaria
🗓 Data: 1 – 31 July 2021
❗️ Maggiore info: https://activebulgariansociety.org/…/esc-team-time-for…
⚠️ Iscrizione aperte entro: 21/06/2021
❌ Solo candidati selezionati saranno contattati.

 

————————————————————————————————

Copy of ESC in CYPRUS (1)Progetto  “Athletic Festival:

📌 Profilo dei partecipanti: 18-30 anni

✅ Spese di viaggio coperte ad un massimo di 275€
✅ Tutor, vitto, alloggio e Pocket money garantito dal progetto
🏡 Dove: Kavala Grecia
🗓 Data: 20 settembre- 19 ottobre 2021
❗️ Maggiore info: https://europa.eu/youth/solidarity/placement/26362_en
⚠️ Iscrizione aperte entro: 21/06/2021
❌ Solo candidati selezionati saranno contattati.

                                  ISCRIVERSI QUI:

Non perdere quest’ottima possibilità! 

Il progetto è finanziato dal programma ECS ed è compreso il rimborso dei costi di viaggio (andata e ritorno), vitto e alloggio.

Per tutte le ulteriori informazioni bisogna rivolgersi alla mail sopra menzionata.

 

 

 

 

Published by: